Background image
  • Facebook

RIVALUTAZIONE TERRENI E PARTECIPAZIONI 2019

10 gennaio 2019

Prevista dalla Legge di Bilancio 2019 la rivalutazione dei terreni e partecipazioni; in particolare, i commi 1053-1054 consentono di rideterminare il costo di acquisto di

  • terreni edificabili e terreni con destinazione agricola;
  • partecipazioni in società non quotate, posseduti ad una determinata data.

La rideterminazione del valore di acquisto consente di ridurre la plusvalenza in caso di cessione con un risparmio sostanzioso delle imposte. Accanto a una ripetuta riapertura della possibilità di rideterminazione del valore di acquisto di terreni e partecipazioni, assistiamo a un continuo aumento delle imposte sostitutive: originariamente fissata nel 2% e 4%, nell’ultima versione scaduta nel 2018 unificata all’8%, con la legge di bilancio 2019 le aliquote delle imposte sostitutive vengono differenziate e aumentate all’11% per le partecipazioni qualificate e al 10% per le partecipazioni non qualificate e per i terreni. La versione proposta con la Legge di Bilancio 2019 è quindi praticamente identica alle precedenti, con la sola variante dell’aumento delle aliquote.

Ma veniamo al dettaglio:

  • il 1° gennaio 2019 è la data a cui far riferimento per il possesso delle partecipazioni o terreni,
  • il 30 giugno 2019 è la data fissata per il giuramento della perizia e per il pagamento della prima rata, il pagamento può essere infatti dilazionato in tre rate annuali, con scadenza quindi 30 giugno 2019, 30 giugno 2020 e 30 giugno 2021. Sugli importi dilazionati si applica l’interesse del 3%.

Le aliquote dell’imposta possono desumersi dal seguente prospetto

ALIQUOTE DELL’IMPOSTA SOSTITUTIVA

ALIQUOTA

AMBITO DI APPLICAZIONE

11%

Partecipazioni qualificate

10% 

Partecipazioni non qualificate

10%

Terreni edificabili e terreni con destinazione agricola

 Le aliquote devono essere applicate all’intero valore del terreno o della partecipazione come risultante dalla perizia di stima.

Ricordiamo che un soggetto che ha già rivalutato in passato un terreno o una partecipazione e che ne è ancora in suo possesso, potrebbe avere interesse ad effettuare una nuova rivalutazione, in questo caso, è possibile scomputare dall’importo dovuto quanto versato con la precedente rivalutazione, o chiedere a rimborso l'imposta sostitutiva già pagata se non eccedente quanto dovuto a titolo di imposta sostitutiva per la nuova rivalutazione.

Archivio news

 

News dello studio

apr8

08/04/2019

Voucher Digitali I 4.0

La Camera di commercio di Cosenza, nell’ambito delle attività previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0, intende promuovere la diffusione della cultura e della pratica digitale nelle Micro,

gen24

24/01/2019

Bando GAL Sila e Avviso pre informazione GAL Savuto

GAL SAVUTO PRE INFORMAZIONE MISURA 4.1.   BENEFICIARI - Imprese agricole, in forma singola o associata, regolarmente costituite ed iscritte alla Camera di Commercio e in possesso di una posizione

gen14

14/01/2019

CEDOLARE SECCA SU IMMOBILI COMMERCIALI: PRIMI CHIARIMENTI

Facciamo seguito alla ns del 10 scorso per precisare che, vista la rigidità della disposizione contenuta nell’art.1, comma 59, della Legge 145/2018, i vantaggi possibili connessi all’estensione

News

lug17

17/07/2019

Passaggio ai principi contabili nazionali: bozza in consultazione fino al 15 ottobre

La Fondazione OIC ha pubblicato in consultazione

lug18

18/07/2019

Contratto di espansione: quali procedure seguire per stipularlo

Le aziende con organico superiore alle