Background image
  • Facebook

NOVITA’ SULLE DETRAZIONI FISCALI

30 gennaio 2020

Il comma 629, dell’art.1, della Legge di Bilancio, integra l’art.15, TUIR.

Vediamo in schema le detrazioni di cui all’articolo15:

-interessi passivi e oneri accessori sui prestiti o mutui agrari

-interessi passivi e relativi oneri accessori sui muti contratti per l’acquisto dell’abitazione principale

-spese sanitarie per la parte eccedente  129,11 Euro

Il comma 3-bis (introdotto dalla Legge di Bilancio) introduce un meccanismo che riduce il grado di detraibilità in relazione al reddito complessivo dichiarato:

  • la detrazione spetta per intero per i redditi complessivi fino a 120.000 Euro
  • se il reddito complessivo supera i 120.000 Euro, ma non i 240.000 Euro, la detrazione spetta nella misura scaturente dal rapporto tra il reddito dichiarato e 120.000 Euro
  • se il reddito è maggiore di 240.000 Euro, non spetta alcuna detrazione.

Un’altra importante novità è stata introdotta ai commi 679 e 680:

le detrazioni dall’IRPEF nella misura del 19% spetta a condizione che l’onere sia sostenuto con versamento bancario o postale o con altri sistemi di pagamento tracciabili.

PERTANTO, A DECORRERE DAL 2020, TUTTE LE SPESE CHE DANNO LUOGO ALLO SCONTO FISCALE DEL 19% NON POTRANNO PIU’ ESSERE EFFETTUATE IN CONTANTI, PENA LA PERDITA DELLA DETRAZIONE STESSA.

N.B. il comma 680 dispone che resta ferma la possibilità di pagare in contanti i medicinali, i dispositivi medici e le prestazioni sanitarie rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al S.S.N., senza perdere il diritto alla detrazione.

A questo proposito, si fa presente che, visti la poca informazione legata all’immediata entrata in vigore delle nuove regole e alcuni comportamenti non troppo trasparenti di quanti ancora rifiutano i pagamenti tracciati per farsi liquidare le relative prestazioni in contanti, è emersa più di qualche difficoltà per i contribuenti alle prese con il nuovo adempimento. Per questo la Consulta dei Caf e le associazioni di categoria e professionali hanno chiesto uno slittamento di almeno 60 giorni. E questo anche nel rispetto dello Statuto del contribuente che prevede uno slittamento di due mesi dall’entrata in vigore di un nuovo obbligo fiscale.

Per la moratoria il condizionale è ancora d’obbligo, anche perché occorre superare le possibili resistenze dei tecnici della Ragioneria su eventuali perdite di gettito.

Restiamo a disposizione per ogni possibile chiarimento e porgiamo cordiali saluti.

Archivio news

 

News dello studio

gen30

30/01/2020

NOVITA’ SULLE DETRAZIONI FISCALI

Il comma 629, dell’art.1, della Legge di Bilancio, integra l’art.15, TUIR. Vediamo in schema le detrazioni di cui all’articolo15: -interessi passivi e oneri accessori sui prestiti

gen29

29/01/2020

PRIMI CHIARIMENTI SUL NUOVO SUPER(IPER)AMMORTAMENTO

Facendo seguito alla ns Circolare del 20 scorso, precisiamo quanto segue. In relazione ai nuovi crediti d’imposta previsti sugli acquisti di beni strumentali nuovi (effettuati dal 1° Gennaio

gen28

28/01/2020

BONUS FACCIATE

Il comma 219 della Legge di Bilancio 2020 introduce una importante novità: la detrazione d’imposta, pari al 90%, delle spese sostenute nel 2020 per gli interventi di recupero o restauro

News

feb25

25/02/2020

Revisori legali: cambiano le istruzioni per l'accreditamento degli enti di formazione

Con la circolare n. 3/RGS del 20 febbraio

feb24

24/02/2020

Il Coronavirus sospende adempimenti e versamenti tributari

Per i cittadini e le imprese dei comuni

feb25

25/02/2020

Giuseppe Lucibello confermato Direttore generale dell'INAIL

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche