Background image
  • Facebook

DL 17 MARZO 2020, N. 18. SOSPENSIONE MUTUI, FINANZIAMENTI, LEASING

25 marzo 2020

Il 22 scorso, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha pubblicato sul proprio sito una nota che chiarisce molti dubbi sull’argomento in esame (art.56).

Secondo quanto precisato dal Ministero dello Sviluppo Economico, la sospensione del pagamento delle rate da parte delle imprese si applica anche ai finanziamenti e alle operazioni di leasing finanziario concessi ai sensi della “Nuova Sabatini”. La sospensione è riconosciuta in deroga alla durata massima di 5 anni stabilita, per detti finanziamenti, dall’articolo 2, comma 3, del D.L. n. 69 del 2013 e dal successivo decreto interministeriale 25 gennaio 2016. Non subisce invece variazione, l'erogazione delle quote di contributo del Ministero, così come prevista dai singoli decreti di concessione.

Sempre nella nota, il Ministero dell’Economia e delle Finanze che tra i soggetti beneficiari sono ricomprese tra le imprese anche i lavoratori autonomi titolari di partita IVA.

A livello comunitario, sulla base del concetto ampio e inclusivo della definizione di impresa previsto dalla Raccomandazione europea del 6 maggio 2003 n. 361, le libere professioni rientrano nell’ampia accezione di imprese, come esercenti attività economiche, che producono reddito.

Requisiti

L’impresa, al momento dell’inoltro della comunicazione, deve essere in bonis: non deve avere quindi posizioni debitorie classificate come esposizioni deteriorate, ripartite nelle categorie sofferenze, inadempienze probabili, esposizioni scadute e/o sconfinanti deteriorate. In particolare, non deve avere rate scadute (ossia non pagate o pagate solo parzialmente) da più di 90 giorni.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha specificato che può ricorrere alle moratorie anche l’impresa che comunque è in bonis anche se ha già ottenuto misure di sospensione o ristrutturazione dello stesso finanziamento nell’arco dei 24 mesi precedenti.

Come accedere alla moratoria

Secondo quanto indicato dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, le comunicazioni possono essere presentate dalle imprese dal 17 marzo 2020.

Tutte le banche, intermediari finanziari vigilati e altri soggetti abilitati alla concessione del credito in Italia devono accettare le comunicazioni di moratoria, se rispettano i requisiti previsti dal decreto legge “Cura Italia”.

La comunicazione può essere inviata da parte dell’impresa anche via PEC, ovvero attraverso altri meccanismi che consentano di tenere traccia della comunicazione con data certa.

Nel caso in cui il finanziamento è assistito da agevolazioni pubbliche la banca o l’intermediario finanziario trascorsi 15 giorni dalla comunicazione all’ente agevolatore può procedere senza ulteriori formalità alla sospensione del finanziamento, secondo il principio del silenzio assenso.

È opportuno, avverte il Ministero, che l’impresa contatti la banca o l’intermediario finanziario per valutare le opzioni migliori, tenuto conto che nel decreto legge sono previste anche altre importanti misure a favore delle imprese, ad esempio quelle che prevedono l’intervento del Fondo di garanzia PMI.

Le banche possono inoltre offrire ulteriori forme di moratoria, ad esempio quelle previste dall’apposito accordo tra l’ABI e le rappresentanze di impresa, ampliato e rafforzato il 6 marzo scorso.

Restiamo a disposizione per ogni possibile chiarimento.

Archivio news

 

News dello studio

apr8

08/04/2020

DECRETO LIQUIDITA’. RIMESSIONE IN TERMINI VERSAMENTI DEL 20 MARZO

Il decreto Cura Italia non ha previsto una sospensione generalizzata dei termini di versamento per tutti i tributi e per tutti i contribuenti. La sospensione prevista dall’art. 62 del decreto

apr8

08/04/2020

DECRETO LIQUIDITA’. FONDO PMI

Grazie alla garanzia resa dello Stato, varata con il decreto Liquidità, gli istituti di credito, potranno finanziare fino a 25 mila Euro le imprese e i professionisti, senza effettuare l’istruttoria

apr8

08/04/2020

DECRETO LIQUIDITA’. SOSPESI I TERMINI PER L’AGEVOLAZIONE PRIMA CASA

Il decreto liquidità dispone la sospensione, dal 23 Febbraio al 31 Dicembre 2020, di tutti i termini previsti dalla normativa in tema di agevolazione per l’acquisto della prima casa. «Sospensione»

News

apr3

03/04/2020

Assirevi, Documento di Ricerca n. 233

Le attestazioni della Direzione.

apr8

08/04/2020

Berna tutela l'economia e le imprese con le nuove misure fiscali anti-Coronavirus

Sono in tutto 40 i miliardi di franchi

apr7

07/04/2020

Congedo Covid-19: proroga al 13 aprile

L’INPS, nel messaggio n. 1516 del 2020,