Background image
  • Facebook

Definizione agevolata 2016 - Modifiche al calendario dei pagamenti

26 marzo 2018

Gentilissimi,

Vi ricordiamo che il decreto legge n. 148/2017, convertito con modificazioni dalla Legge n. 172/2017, prevede alcune importanti modifiche al calendario dei pagamenti relativi alla Definizione agevolata 2016.

In particolare, la Legge:

  • riammette ai benefici previsti dalla Definizione agevolata, senza ulteriori adempimenti, anche chi ha pagato in ritardo le rate in scadenza a luglio e settembre, che potrà quindi proseguire con i pagamenti previsti dal proprio piano;
  • posticipa al 31 luglio 2018 la scadenza dell’eventuale quarta rata, inizialmente prevista ad aprile 2018.

Resta invece invariato il termine per il pagamento della quinta rata in scadenza, ove dovuta, al 30 settembre 2018.

Per effettuare i pagamenti è necessario utilizzare il bollettino Rav riferito alla rata in scadenza ricevuto insieme alla “Comunicazione delle somme dovute”, successivamente alla presentazione della domanda di adesione alla Definizione agevolata. Il bollettino che riporta l’indicazione della rata in scadenza al 30 aprile 2018, può essere pagato entro il 31 luglio 2018, come previsto dalla Legge n. 172/2017

Restiamo a disposizione per ogni possibile chiarimento.

Archivio news

 

News dello studio

giu14

14/06/2018

Circolare Tracciabilità Retribuzioni

Dal 1° luglio 2018 entreranno in vigore le disposizioni contenute nella Legge di Stabilità 2018, in materia di tracciabilità delle retribuzioni. Ai sensi dei commi 910-915, articolo

mar30

30/03/2018

Buone Feste

Lo Studio augura a tutti una serena Pasqua.

mar26

26/03/2018

Definizione agevolata 2016 - Modifiche al calendario dei pagamenti

Gentilissimi, Vi ricordiamo che il decreto legge n. 148/2017, convertito con modificazioni dalla Legge n. 172/2017, prevede alcune importanti modifiche al calendario dei pagamenti relativi alla Definizione

News

set7

07/09/2018

Conferenza internazionale FCM: il discorso di apertura a Elbano De Nuccio

Riconosciuto al CNDCEC un ruolo di primo

set24

24/09/2018

Il forfetario con flat tax al 15% penalizza chi investe

Circa 593.000 partite IVA individuali