Background image
  • Facebook

DECRETO RILANCIO. POSSIBILI DA OGGI LE DOMANDE PER I PRESTITI GARANTITI A 30MILA EURO

19 giugno 2020

Da oggi, 19 Giugno, è possibile inviare le domande per i prestiti garantiti fino a 30mila Euro, visto che è arrivato il via libera della Commissione europea. Era questo l’ultimo tassello mancante dopo l’entrata in vigore - lo scorso 7 Giugno - della legge di conversione del decreto Liquidità (Dl 23/2020), che ha apportato diverse modifiche alla disciplina dei mini finanziamenti garantiti al 100% dal Fondo di garanzia per le Pmi.

In questi giorni il gestore del fondo ha aggiornato la parte amministrativa della normativa, pubblicando il nuovo modello per la richiesta della garanzia (disponibile sul sito www.fondidigaranzia.it, sezione “modulistica”) nonché una circolare (12/2020) esplicativa delle modifiche intervenute.

Quanto alla nuova documentazione messa a disposizione dal fondo, non si segnalano grandi novità: le clausole da sottoscrivere e le informazioni da fornire sono per la maggior parte le stesse della precedente versione.

Trovano spazio, naturalmente, i nuovi parametri utili per il calcolo dell’importo massimo garantibile: 25% del fatturato oppure il doppio della spesa salariale annua del beneficiario, riferiti all'anno 2019, e anche il riferimento alla possibilità di autocertificare i dati in assenza di bilancio o dichiarazione dell’anno precedente.

Molto interessanti, invece, sono i chiarimenti forniti dal fondo con la circolare, quanto agli obblighi documentali dei soggetti che intendono adeguare una richiesta di finanziamento inoltrata con le vecchie regole alle nuove e più favorevoli condizioni. Secondo la norma originaria, infatti, era possibile ottenere un finanziamento garantito dell’importo massimo di 25mila euro rimborsabile in 6 anni. Adesso l’importo è aumentato a 30mila euro e la durata è salita a 10 anni.

La circolare dettaglia diverse ipotesi.

  • Soggetto che ha presentato domanda con le vecchie regole ed è stato ammesso alla garanzia del fondo, ma non ha ancora ricevuto le somme del finanziamento: in questo caso l’adeguamento alle nuove condizioni non richiede l’invio del nuovo modulo “allegato 4-bis”, ma la banca dovrà solo inviare al fondo una richiesta di conferma della garanzia già concessa (andrà comunque sottoscritta la nuova documentazione bancaria per l’adeguamento delle condizioni del finanziamento ancora da erogare);
  • Soggetto che ha presentato domanda con le vecchie regole, è stato ammesso alla garanzia del fondo ed ha ricevuto l’erogazione delle somme: qui gli scenari cambiano a seconda di come si gestisce l’adeguamento del finanziamento. Se si stipula un finanziamento “integrativo”, distinto dal precedente, allora andrà inviato al fondo un nuovo modulo per la richiesta di garanzia. Se invece si stipula un nuovo finanziamento che estingue il precedente, oppure si concorda un addendum al contratto in essere, allora non è necessario avanzare una nuova richiesta al fondo;
  • Il terzo scenario riguarda chi ha ricevuto l’erogazione di un finanziamento senza chiedere la garanzia del fondo (pur integrando i parametri secondo le vecchie regole): in questo caso l’accesso alla garanzia, con contestuale aumento del finanziamento fino a 30mila euro, è sempre necessaria una richiesta al fondo, ma se l’aumento dell’importo avviene con un finanziamento “integrativo” del precedente dovranno presentarsi al fondo due moduli “allegato 4-bis” (uno per ogni contratto).

Restiamo a disposizione per ogni possibile chiarimento.

Archivio news

 

News dello studio

lug3

03/07/2020

CREDITI D’IMPOSTA SULLE LOCAZIONI CREDITO CEDIBILE.

A partire dal prossimo 13 Luglio e fino al 31 Dicembre 2021, tramite un’apposita funzionalità disponibile nell’area autenticata del sito dell’Agenzia delle Entrate, sarà

giu20

20/06/2020

DAL 1° LUGLIO SI ABBASSA IL LIMITE ALL’USO DEL CONTANTE

A decorrere dal 1° Luglio prossimo e fino al 31 Dicembre 2021, il limite all’uso del contante  passa dagli attuali 3.000 Euro a 2.000 Euro. Dal 1° Gennaio 2022, scatterà un’ulteriore

giu19

19/06/2020

DECRETO RILANCIO. ACCESSIBILE DAL 1° LUGLIO IL BONUS VACANZE

Dal 1° Luglio scatta il bonus vacanze, ovvero la possibilità di usufruire di un contributo massimo di 500 Euro per le famiglie con Isee fino a 40mila Euro da utilizzare, per l’80%, sotto