Background image
  • Facebook

DECRETO LIQUIDITA’. SOSPESI I TERMINI PER L’AGEVOLAZIONE PRIMA CASA

08 aprile 2020

Il decreto liquidità dispone la sospensione, dal 23 Febbraio al 31 Dicembre 2020, di tutti i termini previsti dalla normativa in tema di agevolazione per l’acquisto della prima casa.

«Sospensione» significa che il termine non corre nel periodo in cui è sospeso e che il periodo decorso prima della sospensione si somma a quello che decorrerà una volta cessata la sospensione.

Il trasferimento di residenza

Chi acquista la “prima casa” e non risiede (né lavora) nel Comune ove l’abitazione è ubicata, ha tempo 18 mesi per trasferire la sua residenza in tale Comune. Il termine decorre dalla data del rogito d’acquisto.

Se, dunque al 23 Febbraio 2020 stava decorrendo il termine in questione, il decorso del periodo di 18 mesi riprenderà il 1° Gennaio 2021.

Riacquisto per il credito d’imposta

Chi vende la “prima casa” e ne compra un’altra entro un anno, con il riacquisto consegue il diritto a un credito d’imposta di importo pari all’imposta di registro (o all’Iva) versata in sede di acquisto della casa poi venduta (in misura però non eccedente l’importo dell’imposta dovuta in sede di riacquisto).

Pertanto, il periodo annuale che stava decorrendo al 23 Febbraio 2020 riprenderà il decorso dal 1° Gennaio 2021. Se l’atto di vendita viene stipulato tra il 23 Febbraio 2020 e il 31 Dicembre 2020, il periodo annuale per il riacquisto decorrerà dal 1° Gennaio 2021.

Il termine di riacquisto per evitare la decadenza

Chi vende la “prima casa” entro 5 anni dal rogito d’acquisto decade dall’agevolazione (e subisce il recupero dell’imposta ordinaria e una sanzione) se entro un anno non compra un’altra casa da destinare a propria abitazione principale.

Ne deriva che se al 23 Febbraio 2020 era in corso questo periodo annuale, esso beneficia di una sospensione di 313 giorni e riprende il suo corso al 1° Gennaio 2021.

Alienazione infrannuale

Dell’agevolazione “prima casa” può avvalersi chi, pur avendo la proprietà di una abitazione acquistata con l’agevolazione “prima casa”, compri un’altra “prima casa” e alieni la precedente “prima casa” entro un anno dal nuovo acquisto.

Anche in questo caso, se il termine annuale stava decorrendo al 23 Febbraio 2020, si sospende e riprenderà il 1° Gennaio prossimo; se invece il nuovo acquisto è effettuato tra il 23 Febbraio 2020 e il 31 Dicembre 2020, per vendere ci sarà tempo fino al 31 Dicembre 2021.

Restiamo a disposizione per ogni possibile chiarimento.

Con i migliori saluti.

Archivio news

 

News dello studio

giu2

02/06/2020

DECRETO RILANCIO. FATTURE PER DPI ESENTI DA IVA

L’articolo 124 del Decreto Rilancio riporta l’elenco (da considerarsi tassativo) dei DPI esenti da IVA. Quanto alle mascherine, sono esenti da imposta solamente quelle chirurgiche e quelle

giu1

01/06/2020

DECRETO RILANCIO. BONUS AFFITTI BOTTEGHE E NEGOZI

Il bonus botteghe e negozi nasce con il dichiarato intento di sostenere gli imprenditori, soprattutto i piccoli commercianti, che a causa dello stop della propria attività dovuto al diffondersi

giu1

01/06/2020

BONUS 600 EURO. CHIARIMENTI INPS

Arrivano i primi chiarimenti sulle indennità a favore dei lavoratori atipici varate dal decreto Rilancio (Dl n. 34/2020). Nella giornata del 29 maggio, infatti, l’Inps ha emanato le circolari

News

giu1

01/06/2020

Effetti del Covid-19 neutralizzati anche per l'IFRS 16

L’IFRS Foundation ha approvato una modifica

giu1

01/06/2020

Lo sconto IRAP di giugno fa il pieno di dubbi (di incostituzionalità) e ingiustizie

Lo sconto IRAP previsto dal decreto Rilancio

giu1

01/06/2020

Covid-19: quali impatti sulla gestione contributiva dei lavoratori espatriati

Le limitazioni allo spostamento imposte